LE CAPITALI DELLE REPUBBLICHE BALTICHE | My Glam Wanderlust
16834
post-template-default,single,single-post,postid-16834,single-format-standard,ajax_fade,page_not_loaded,,qode-title-hidden,wpb-js-composer js-comp-ver-5.1,vc_responsive

LE CAPITALI DELLE REPUBBLICHE BALTICHE

Ciao a tutti, finalmente dopo tanto tempo eccomi pronta a raccontarvi del meraviglioso viaggio-avventura fatto a Febbraio tra le Repubbliche Baltiche. Ovviamente il periodo che io e le mie amiche abbiamo scelto per visitare le tre capitali baltiche non è sicuramente quello più indicato e favorevole dal punto di vista climatico, ma la neve si sa, rende tutto più magico…  Questa è stata la prima volta in cui mi trovavo ad affrontare un viaggio durante il quale avrei dovuto spostarmi in tre paesi diversi, visitando tre capitali diverse e prendendo 4 aerei diversi! E credetemi quando vi dico che questo viaggio lo potrei definire tragi – comico 😀 Continuate a leggere per scoprire insieme a me cosa hanno da offrire Tallinn, Riga e Vilnius…

Estonia, Lettonia e Lituania sono paesi minuscoli, eppure questo piccolo spazio racchiude meraviglie e caratteristiche diverse tra loro ma egualmente affascinanti: la maestosità medievale di Tallinn, la raffinatezza Art Noveau di Riga e l’esuberanza barocca di Vilnius. Il contrasto tra storia e modernità che caratterizza tutti e tre i paesi baltici eserciterà anche su di voi un fascino irresistibile!

 

TALLINN: COSA VEDERE 

Questa città vi conquisterà fin da subito con le sue viuzze acciottolate, i muri storti e i campanili svettanti delle chiese. La città vecchia di Tallinn è una finestra magica su un mondo che da anni non esiste più, che evoca però ancora immagini di cavalieri e dame, mercanti e contadini, anche grazie alla passione locale per i costumi d’epoca che vengono ancora oggi sfoggiati nei ristoranti e nelle taverne! Case medievali si susseguono lungo viuzze che si aprono su piazze un tempo animate da attività commerciali e oggi orlate di caffè e mercati…  Questa città ha fascino da vendere, essendo riuscita a sposare il moderno con il medievale, che insieme creano un’atmosfera vivace e senza dubbio originale. Gran parte delle attrattive turistiche di Tallinn si trovano all’interno delle mura medievali della città vecchia, e credetemi, il centro è un vero e proprio gioiello.

1.Chiesa ortodossa di Alexander Nevsij 

Situata in cima alla collina di Tompea, la cattedrale russa domina letteralmente la città vecchia. Non si può non rimanere ammaliati dalle sue tipiche cupole a cipolla…

2. Kiek in de Kök

Una delle torri difensive più antiche di Tallinn, il cui nome in tedesco significa “sbirciatina in cucina”: infatti, dai piani superiori si potevano controllare le case della città bassa senza essere visti.

3. Kohtuotsa viewing platform

Non potete non rimanere affascinati dalla vista mozzafiato che questa terrazza offre sui tetti rossi della cittadina. Inoltre l’emblematica scritta “The Times We Had” assume significati diversi a seconda del suo lettore: quale sarà il significato che le attribuirete voi?

4. Passaggio di Santa Caterina 

Quello che rende questo luogo uno dei posti più pittoreschi del centro storico è che ospita un insieme di botteghe di artigianato tradizionale. Questo viottolo prende il nome dalla chiesa dedicata a Santa Caterina di cui rimangono solo le rovine del chiostro…

5. Hellemann tower and town walk away

Ecco un altro modo per poter osservare ancora più da vicino i tetti delle case della città vecchia, ma sopratutto per potersi fare un’idea di come fossero le antiche strutture difensive.

6. Le tre sorelle 

Una delle strade più importanti di Tallin è Pikk tänav (strada lunga), la via che attraversa la Città Vecchia, un tempo abitata dai mercanti più ricchi della città. Al n° 71 si trovano ancora oggi le case più famose di Tallinn, ovvero il complesso dei tre edifici contigui noti come le Tre Sorelle. Le tre case in stile tardo gotico con i tetti spioventi, un tempo abitazioni di mercanti e luogo di trattative commerciali, oggi ospitano un hotel di lusso dall’atmosfera medioevale.

7. Palazzo Kadriorg 

Insieme al parco fu fatto costruire dallo Zar Pietro il Grande per la moglie Caterina I, e “Kadriorg” significa appunto “Valle di Caterina” in estone. Oggi ospita una sede distaccata del Museo di Arte Estone dedicata alla pittura olandese, tedesca e italiana. L’edificio è ovviamente sontuoso e splendido come un vero palazzo dev’essere…

8. Tallinn Legends Museum

Non potevo non parlarvi di questo museo interattivo presente nel centro storico della città, che grazie a scene teatrali riesce a ricreare eventi storici e leggende che hanno contribuito al folklore della medievale Tallinn. Il percorso dura 40 minuti, durante i quali verranno raccontate e inscenate 9 leggende. Questo credo sia il modo migliore per venire a conoscenza di qualche curiosità in più legata alla città, trascorrendo del tempo divertendosi e immedesimandosi nelle vite di personaggi del passato…

9. Quartiere Kalamaja

Situata immediatamente a nord-ovest della città vecchia, questa zona di case di legno in rovina e fabbriche è sicuramente un quartiere molto interessante di Tallinn. La cosa più affascinante è certamente quella di sapere che il rinnovo del quartiere è avvenuto grazie agli hipster del posto, che hanno aperto caffè e locali in magazzini abbandonati e vecchi negozi.

 

DOVE MANGIARE 

F-HOONE

Bruschette miste: lenticchie rosse e hummus, formaggio spinaci e aglio, formaggio di capra e peperoni grigliati, patè d’anatra.

Tartare di tonno e avocado con olio di sesamo, lamponi e lime.

Situato nel quartiere di Telliskivi, questo grande locale ha uno stile industrial-chic e propone un menu economico adatto ad ogni esigenza. Se state visitando la zona più “alternativa” e riqualificata di Tallin fate una pausa in questo locale frequentato per di più da gente del luogo.

OLDE HANSA THE MEDIEVAL RESTAURANT

Nelle sale a lume di candela, con i camerieri vestiti da contadini che si destreggiano con vassoi colmi di selvaggina, questo ristorante a tema medievale è il posto giusto dove concedersi un ghiotto banchetto. Formaggio al ginepro, zuppa di funghi del bosco e carni particolari (cinghiale, alce e persino orso)  sono alcune delle prelibatezze proposte dal locale. E se tutto ciò vi sembrerà un po’ rozzo, credetemi, è un’esperienza unica!

III DRAAKON

In questa minuscola taverna sotto al municipio troverete atmosfera da vendere ed economicissime zuppe d’alce, salsicce e torte appena sfornate. L’ambiente antico è ulteriormente messo in evidenza dalle cameriere in costume – pronte a scambiare battute con i turisti – e dalle bevande servite in boccali di ceramica. Non aspettatevi di mangiare con le posate però! 😀

RESTAURANT KORSAAR

Un locale unico nel suo genere. Il tema principale è ovviamente quello dei corsari, e ogni minimo particolare è studiato nel dettaglio per contribuire a ricreare un’atmosfera fedele a quella di un galeone piratesco! All’ingresso del locale un marinaio simile a Spugna vi accompagnerà in un breve giro turistico all’interno del locale, raccontandovi vari aneddoti e presentandovi le diverse sale. In un ambiente come questo è inevitabile tornare bambini! Attenzione, in bagno vi aspetta una piccola sorpresa! 😀

 

RIGA: COSA VEDERE

Riga è una tranquilla città situata lungo il fiume Daugava e le guglie gotiche delle numerose chiese dominano il suo profilo. Il modo migliore per esplorare le tortuose viuzze acciottolate del cuore medievale di Riga è gironzolare senza meta. Quando anche voi vi sarete persi nel labirinto di tetti a spiovente, tra campanili e vicoli, inizierete davvero a scoprire lo straordinario patrimoni di imponenti cattedrali, magnifiche piazze e mura di castelli in rovina.

1.Casa delle teste nere 

Nota per le sue feste sfrenate, questa casa era conosciuta più che altro come un club per mercanti celibi. Una bellissima curiosità però la rende davvero magica! Si racconta che in una fredda vigilia di Natale del 1510 la brigata di scapoli, animata da spirito natalizio, trascinò nell’edificio un grosso pino e lo ricoprì di fiori. Alla fine della serata il pino fu riportato in strada e bruciato in un suggestivo falò. Da allora la tradizione di decorare l’albero di Natale si è diffusa in tutto il mondo. Una lapide ottagonale presente in piazza indica il punto in cui si trovava l’albero che diede origine alla tradizione!

2.Chiesa luterana di San Pietro

Questo gioiello dello skyline di Riga presenta una terrazza panoramica sulla torre campanaria, alta 72 metri e raggiungibile attraverso un ascensore che in pochi minuti vi farà trovare in cima!

3. Casa del gatto

Per tutti gli amanti dei gatti questa è sicuramente è una piccola tappa obbligatoria. Il gatto nero spaventato è ormai diventato il simbolo di Riga e secondo la leggenda il proprietario, respinto dalla corporazione dei mercanti che si trovava dall’altra parte della strada, si vendicò sistemando sulla torretta un gatto nero con la coda alzata verso la prestigiosa Sala della Grande Gilda. I membri ne furono offfesi e dopo una lunga battaglia in tribunale il mercante fu ammesso nel circolo, a condizione che girasse il gatto dall’altra parte 😀

3. I tre fratelli

Tallinn ha le tre sorelle, quindi per non essere da meno Riga ha soprannominato queste tre antiche case in pietra “I Tre Fratelli”. Questi bellissimi edifici sono disposti in una fila da cartolina che rende l’idea della varietà di stili architettonici della vecchia Riga. La casa al n°17 ha più di sei secoli e di conseguenza è la più antica della città. Una piccola curiosità è da osservare nelle minuscole finestrelle ai piani superiori, dovute al fatto che nella Riga medievale le tasse si pagavano in base alle dimensioni delle finestre!

4. Porta svedese

Questa è l’unica porta della città vecchia e si trova nel più ampio tratto di mura medievali tuttora esistente e conduce in Troksnu iela, ossia la via più stretta e suggestiva del centro storico.

5. Cattedrale della Natività

Con le sue cupole dorate che occhieggiano tra gli alberi, la cattedrale ortodossa in stile bizantino dona un tocco russo al profilo della città. Decorata al suo interno con magnifici colori, vi lascerà sbalorditi.

6. Mercato centrale

Questo grande mercato, cuore pulsante della città, ospita una selezione di prodotti freschi e tipici della città (alcuni molto curiosi e fuori dalle nostre abitudini alimentari) ed è sicuramente un’esperienza da non perdere.

7. Quartiere di Miera iela

Si tratta di un quartiere industriale alle porte della città, dove tra le vecchie fabbriche aleggia il profumo del cioccolato dello stabilimento Laima. Percorrendo poi a piedi la via principale troverete caffè, negozi di artigianato e librerie.

DOVE MANGIARE

FAZENDA

Pranzare in questo ristorante significa pranzare in un ambiente familiare e casalingo ed è interamente arredato con mobili dell’inizio del ‘900. I piatti, presentati in maniera semplice ma accogliente, sono creati ispirandosi alla tradizione della cucina lettone, e in alcuni casi piacevolmente rivisitati. Insomma, il cibo offerto è sicuramente un tocco gradevole di cucina locale.

ROZENGRALS

In questo locale si cena a lume di candela nell’atmosfera di secoli fa, con piatti medievali a base di selvaggina serviti da camerieri in costume d’epoca. E’ sicuramente un locale molto più imponente rispetto a quelli a cui eravamo abituati a Tallin, dove l’atmosfera era più intima, ma anche qua sembra di fare un viaggio nel tempo!

SKYLINE BAR

Un must per tutti i visitatori della città, lo Skyline Bar si trova al 26° piano del Radisson Blu Hotel Latvija. La vista sulla città è in assoluto la migliore  e se proverete il liquore tipico di Riga, ossia il balsamo nero, rivisitato sotto forma di cocktail, ne rimarrete innamorati!

 

VILNIUS: COSA VEDERE

Vilnius, la perla del Baltico, è una città di straordinaria bellezza. Affascinante e singolare è immersa in un’atmosfera molto più cosmopolita a differenze delle altre due capitali. Questa città è uno dei luoghi in cui girovagare senza meta. Qui, vecchio e nuovo sembrano convivere alla perfezione: lungo le stradine acciottolate, tutte da scoprire, si alternano negozi di articoli usanti, panetterie, piccole e accoglienti librerie e tranquilli caffè.

1. Cattedrale e torre campanaria

Gioiello imponente di tutta la piazza, la cattedrale colpisce per il suo candore bianco e il fatto che il campanile sia staccato dal corpo della chiesa. La torre campanaria è uno degli edifici più alti della città, che con i suoi 57 metri svetta di fronte alla cattedrale. Al suo interno è allestita una piccola mostra di antiche campane; vale la pena salire le strette e ripide scale fino in cima per ammirare una vista impareggiabile sulla città e sulla collina Gediminas. Fate inoltre attenzione ad un piccolo dettaglio presente sulla piazza: una mattonella “Stebuklas”, ossia dei miracoli. Sai dice che, salendovi sopra, esprimendo un desiderio e girando 3 volte su se stessi ad occhi chiusi, il desiderio si avvererà. Meglio provarci no?

2. Chiesa di Sant’Anna 

La chiesa più bella di Vilnius è molto probabilmente questa aggraziata costruzione gotica che sorge poco lontano dalla Repubblica di Uzupis. Caratterizzata da vetrate colorate e 33 diversi tipi di mattoni rossi, la minuscola chiesa è cosi incantevole che si dice che Napoleone si rammaricò di non poterla portare con sé a Parigi.

3. Via dei letterati

Una delle cose più curiose di Vilnius è sicuramente questa breve via lungo la quale una serie di piccole opere in onore di scrittori lituani ed esteri. Prendendo spunto dal nome, nel 2009, il Centro di Arte Moderna ha promosso questa iniziativa e circa 150 artisti si sono uniti per onorare 200 letterati. Un vero museo a cielo aperto!

4. Le tre croci

Seguendo un percorso immerso nella natura è possibile salire sulla cima di un’altura sulla cui sommità si ergono maestose tre croci bianche. Vi furono collocate nel XVII secolo in onore di tre monaci crocifissi dai pagani tre secoli prima. Ma la cosa più bella è sicuramente lo splendido panorama che si ammira della città.

5. Repubblica di Užupis

Užupis è un quartiere di Vilnius, letteralmente quello che sta “dall’altro lato del fiume” visto che è diviso dalla città vecchia dal Vilnia. Essendo separata dalla città fu per lungo tempo dimora di balordi e senzatetto che ne fecero un quartiere piuttosto malfamato. Ma i prezzi bassi delle abitazioni portarono qui, negli anni 90, numerosi artisti che lo riqualificarono. I 41 articoli della costituzione di questa Repubblica, accompagnati dalla traduzione in inglese, itlaiano, francese e altre lingue, sono esposti lungo un muro in Pupio gatvé. Fra le altre cose, la costituzione garantisce agli abitanti il diritto dall’acqua calda e di essere originali, di amare, di essere liberi, di essere felici (o infelici) e di essere un cane.

COSA MANGIARE

Questa volta non vi parlerò di posti di cui mi sono innamorata e dove quindi vi consiglio di recarvi per poter mangiare, bensì voglio parlarvi delle diverse specialità culinarie che non potete fare a meno di assaggiare se vi trovate a Vilnius.  Le Cepelinai, ossia grandi “gnocchi” di patate ripieni di carne o formaggio, serviti in un piatto con salse che danno un sapore intenso, come panna acida e pancetta affumicata è uno di quei piatti di cui è impossibile non innamorarsi.

Sicuramente poco adatto alle giornate in cui nevica e fuori ci sono -12°, La šaltibarščiaia è una  famosa zuppa fredda lituana ottenuta dalle barbabietole, con un retrogusto dolce e piacevole al palato. Sicuramente interessante da provare!

TRAKAI

Con un castello da fiaba in mattoni rossi, le testimonianze della cultura caraita,le pittoresche case in legno e una bella posizione sul lago, Trakai è una destinazione da non perdere se vi trovate a Vilnius. Quasi tutto l’abitato si sviluppa in una lingua di terra tra due laghi. Con soli pochi euro potrete raggiungere questa meraviglia grazie ai pullman che partono dalla stazione di Vilnius fino alla stazione di Trakai.

Castello di Trakai

Il gioiello di Trakai, su un’isola del lago, è questo suggestivo castello interamente costituito da mattoni rossi. Un ponte pedonale collega il castello alla riva, ma durante la nostra visita l’acqua del lago era completamente ghiacciata e sommersa da diversi centimetri, e l’esperienza di poterci camminare sopra è stata unica!

 

 

Questo viaggio è stato sicuramente uno dei più difficili da gestire, soprattutto per via delle rigide temperature che di norma si aggiravano intorno ai -17°. Prenotare gli alloggi e i diversi voli ha richiesto sicuramente più tempo e maggior organizzazione, ma al termine della vacanza il mio bagaglio era colmo di meravigliose esperienze, e i miei occhi come sempre hanno potuto osservare panorami fantastici. Le emozioni che si vivono quando si viaggia sono ineguagliabili. Non smetterò mai di dirlo.

 

Al prossimo viaggio!

No Comments

Post A Comment